Della serie

Nel blog di una brava blogger, un idiota scrive questo incredibile commento:

Guardi che per noi Lei ha assolutamente ragione: si chiariva che il sig. Train mette link dappertutto e finisce talvolta per attirare l’attenzione al di là di quanto si desideri.

Ipotesi: supponiamo che questo commento delirante fosse vero: perché se la prende?  Che cosa gli frega?

6 thoughts on “Della serie

  1. Ci aiuti, sig.Train. Lei, riferendosi al commentatore, usa il termine “idiota”. E’ un insulto? a noi pare di sì. Solo che, in un suo nrecente scritto, lei così si esprime:

    Cos’è l’insulto? L’arma preferita degli idioti e dei deboli di mente; lo strumento principe di chi non ha argomenti e che s’illude di vincere le discussioni per mezzo dell’offesa personale. Chi insulta è solo un poveraccio, non merita tanta attenzione, merita solo compassione per la sua vita infelice.

    Non capiamo più niente, sig.Train. Ci illumini.

    Mi piace

    1. Scusi signor Erasmo, si è sentito chiamato in causa?

      Le sembra un comportamento da persona intelligente quello di andare nei blog altrui per scrivere sciocchezze sul mio conto?

      Piuttosto, risponda a questa domanda: perché lei e i suoi compari di merende andate a molestare persone che non c’entrano nulla che sono colpevoli ai vostri occhi di parlare con me?

      Impari a farsi gli affari suoi invece di molestare il prossimo.

      Mi piace

      1. Veramente, sig.Train, siamo stati chiamati tutti in causa, perché il commento che a lei non piace portava il nostro logo.
        Nel merito, lei pare motivare le sue opinioni cercando di avvalorare l’ipotesi che l’interlocutore non sia intelligente, e quindi sia idiota. Tuttavia, anche se ciò corrispondesse a verità, le facciamo notare che non si usa più definire un minorato mentale con il termine “idiota”. Le suggeriamo “diversamente abile”, che è più corretto.
        In realtà, la discussione terminologica va oltre. Lei definisce chi insulta “idiota”. Poi usa lei stesso il termine “idiota” (indubbiamente insultante). Se ne deve dedurre che lei è idiota, per stare alla sua stessa definizione. Non dica che gliel’abbiamo detto noi, se lo è detto da solo.
        Quanto poi all’invito a farsi gli affari propri, temiamo che sia un invito di sapore omertoso, che non possiamo raccogliere.

        Mi piace

      2. E quindi è del tutto normale per lei, signor Erasmo, andare nei blog altrui a molestare un titolare solo perché è colpevole ai suoi occhi di dialogare con me. Complimenti, bel modo di ragionare; un modo di ragionare da cyber-bullo.

        Poiché si sente chiamato in causa, signor Erasmo, mi potrebbe gentilmente spiegare perché le frega così tanto di quello che faccio nei blog altrui?

        Mi piace

      3. Personalmente, non sono mai intervenuto nel blog “altrui” cui lei tiene tanto, sig.Train. Poiché, tuttavia, lei insiste nel personalizzare (sbagliando) i commenti firmati “redazione”, le rispondo a nome di tutti noi. Noi ci occupiamo di fessi, sig.Train. Lei è un fesso, e quindi seguiamo e commentiamo i suoi interventi. In questo caso particolare, siamo interessati in modo particolare, avendo dedicato molti nostri sforzi a metterla in grado di interagire con successo con le donne. Acchiappare, insomma. Noi vediamo che lei cerca di acchiappare, e cerchiamo di esserle utili.

        Mi piace

      4. e se lei non è intervenuto e nessuno ha accusato lei, perché si deve immolare per le bestialità che commettono i suoi compari di merende?

        Lei pensa che sia un fesso, ed io penso che lei sia un cretino con la C maiuscola. Anzi, dovrebbero darle la patente di Cretino con il bollo.

        Mi piace

I commenti sono chiusi.