I drop di Sir Johnny Wilkinson

Perché l’Italia è andata male al 6 nazioni? Difficoltà nella formazione di giocatori di alto livello? Eppure vi sono ben due franchigie che militano nel Pro 12 e molti giocatori della nazionale ne fanno parte. Difficoltà a trovare i rincalzi? Probabile, i giocatori carismatici sono sulla trentina e non vi sono ancora sostituti di livello.

l’Italia è un paese malato di calcio, di tifosi pallonari, e di ultras, mentre il rugby è diffuso a macchia di leopardo nello stivale: se si eccettua il Veneto chiamato non a caso il Galles d’Italia e in alcune città roccaforte Brescia (la squadra Campione d’Italia è il Calvisano), il mantovano (Viadana), Parma e provincia, l’Aquila (Avezzano, Gran Sasso), Roma (Frascati, Civitavecchia, Colleferro), Benevento e dintorni, Catania, la palla ovale non ha seguito di pubblico (emblematico il fatto che a Milano, nonostante il lavoro di molti volontari, non .vi sia una squadra di alto livello che trascini il movimento).

E poi non ha un calciatore degno di questo nome; in un paese di pallonari come il nostro manca un numero 10 di livello che trasformi le punizioni. Di fronte alle percentuali sulla piazzola delle squadre del 6 Nazioni (86%) il 38% dell’Italia spiega come mai su 5 partite l’Italia ne abbia vinta una.

Dilettiamoci con i calci di Sir Johnny Wilkinson che da solo nel Campionato del Mondo 2003 fece 24 punti contro la Francia (15 punti su punizione e 9 punti con il drop [calcio di rimbalzo]).

Purtroppo l’Italia non ha un Sir Johnny Wilkinson e questo spiega perché la nostra nazionale non è al passo contro le più forti squadre europee e perché le sue vittorie sono episodiche.

4 thoughts on “I drop di Sir Johnny Wilkinson

  1. In un paese di pallonari come il nostro manca un numero 10 di livello che trasformi le punizioni. Anche se la palla del ruby è ovale mentre quella del calcio è rotonda, non ci pare possibile che in un paese di numeri 10 fin dai tempi di Rivera non si trovi qualcuno in grado di scagliare la palla ovale in quella porta larghissima e senaa titoli di altezza, dove anche un modesto calciatore di terza catgegoria riuscirebbe a ficcarla.

    Mi piace

    1. E’ strano signor Erasmo che lei, essendo originario di Mestre, non abbia mai sentito il fascino della palla ovale e che abbia scelto quella tonda. Non parliamo poi della sua etica sportiva, paragonabile a quelli dei beoti italioti che parlano di calcio tutto il santo dì al bar sport.

      Eppure, dovrebbe essere orgoglioso che la sua regione d’origine è stata rugbisticamente paragonata al Galles.

      Tributo ad uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi. il mediano di mischia gallese Gareth Edwards.

      Mi piace

  2. Il processo è il seguente: 1. Il sig.Train cerca di differenziarsi 2. il sig.Train va a pescare le cose di cui non frega niente a nessuno 3. il sig.Train lancia invettive contro tutti quelli che non si interessano delle cose di cui non frega niente a nessuno. 4. il sig.Train si fa una sega.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.