Erasmo, stai sereno!

Ecco, qual è il vero motivo dell’anonimato del signor Erasmo: ha una paura tremenda di subire una rigolettiana vendetta da coloro che ha molestato, diffamato, ingiuriato, calunniato.

Il nostro avrà pensato che facendosi scudo dell’anonimato avrebbe potuto scrivere tutto quello che gli passava per la testa e che sarebbe rimasto impunito (tipico comportamento arrogante dell’italiota che crede sempre di essere più furbo degli altri).

Ieri ha ammesso indirettamente, sempre lanciando una frecciata velenosa  tipica del suo modo infimo di interloquire con chi per supponenza disprezza, che il suo grande timore è quello di subire vendette; strano che  il signor Erasmo non si sia reso conto di avere ammesso in pubblico di essere un pusillanime ed è ancor più strano che affermi di aver paura di dare le proprie generalità in pubblico perché teme che qualcuno gli possa restituire pan per focaccia.

Chi ha paura di subire vendette di tal genere vuol dire che è ben consapevole di essere stato peggio di una carogna.

Non credo che gli rimorda la coscienza, un sociopatico come lui non ha coscienza; sa però che chi commette volutamente del male prima o poi pagherà il fio delle sue colpe. Ed è per questo che gli dico come Matteo Renzi a Enrico Letta di stare sereno, se non ha nulla di cui rimproverarsi potrà dare in pubblico le sue generalità senza subire alcuna conseguenza da parte mia.

2 thoughts on “Erasmo, stai sereno!

  1. Il sig.Train è in consonanza col sig.Blatter: perdono ma non dimentico.

    P.S. per l’ex collega Teddy: ma lei, nella funzione di precettore, neanche un pochettino di logica è riuscito a infilare nella zucca del sig.Train? Guardi qua: per 30 righe mi accusa di ogni nefandezza, poi conclude: “se non ha nulla di cui rimproverarsi potrà dare in pubblico le sue generalità senza subire alcuna conseguenza da parte mia“.
    Nerbate ci volevano, Precettor Teddy.

    Mi piace

    1. Stia sereno, signor Erasmo, stia sereno…🙂

      P.S. Lasci perdere Blatter e il calcio. Il calcio è lo sport preferito dai beoti italioti, mentre uno sport da veri uomini è il rugby.

      Mi piace

I commenti sono chiusi.