Il senescente Signor Erasmo

“Sono abbastanza vecchio per avere studiato su testi omerici con i puntini, ossia con i passi che facevano riferimenti a organi sessuali censurati. E i quadri con le tette fuori semplicemente non c’erano, nei testi di scuola, perlomeno fino al libro d’arte del liceo.”

Erasmo

Leggendo questo commento ci rendiamo conto di quante frustrazioni avrà subito nella sua vita il povero Signor Erasmo…  solo per questo motivo si può provare pena per un simile relitto.

8 thoughts on “Il senescente Signor Erasmo

  1. Eh, sig.Train. Lei mi capisce. Per un adolescente, è frustrante essere tagliato fuori dalle cose di sesso. Non per nulla, quella è l’età delle seghe. Essere ancora a quel punto alle soglie dei 50 anni dev’essere però molto peggio. O no? Ci racconti.

    Mi piace

    1. Scusi signor Erasmo, leggendo il suo commento, sembra che sia lei ad essere rimasto un eterno adolescente; è mai possibile che uno alla sua veneranda età parli sempre e solo di masturbazione?

      Non ha mai provato altro nella sua vita? Poi, non capisco perché proietta su di me i suoi fallimenti con le donne. All’età di venti anni ho scoperto le gioie con l’altro sesso, se proprio ci tiene a saperlo, non so a che età lo ha scoperto lei, ma non m’interessa e non ci tengo a saperlo.

      Non capisco per quale motivo si ostina ad attribuirmi una sua morbosa fantasia da eterno adolescente represso quale lei è.

      Sua madre era severa? A proposito, è vivente? Suo padre? E’ forse orfano di padre sin dai tempi dell’adolescenza?

      Mi piace

  2. Lei mi deve perdonare, sig.Train, ma, come risulta evidente a chiunque sappia leggere, è lei che ha introdotto l’argomento frustrazione degli adolescenti, iterata nel tempo. Seguendo quindi il filo non sofisticato del suo ragionamento, e condendolo con la sua wikipediana conoscenza della psicoanalisi, viene fuori che è lei a avere certe ossessioni. Noi certo non giochiamo ai piccoli Freud, e infatti ci riferiamo, restando coi piedi per terra, ai fatti. I fatti dicono che un maschio non affetto da disfunzioni erettili, se non ha partner sessuali, si sfoga da solo. Questo ci risulta essere il suo caso, non il nostro.

    Mi piace

    1. Quali fatti, quelli che s’inventa di sana pianta lei?
      Su quali basi costruisce i fatti e su quali basi afferma che io non avrei mai goduto i piaceri della vita con l’altro sesso?

      Giocare al piccolo Freud? Ma lei legge le cose che scrive o non si rende conto di quello che dice?

      Mi piace

  3. Sig. Train (vero o falso che sia) io le gioie con l’altro sesso ho iniziato a scoprirle intorno ai 14 anni. La sua scoperta mi sembra un po’ tardiva, sempre che vera…

    Mi piace

  4. I piaceri della vita sono molti, sig.Train. Lei forse si riferisce ai sauri abbottonati o alla dama internazionale, quella che si gioca su una damiera 10X10.
    Noi parlavamo di sesso.

    Mi piace

I commenti sono chiusi.