Bobby Hutcherson & friends: Stolen Moments

 

14 thoughts on “Bobby Hutcherson & friends: Stolen Moments

  1. James Newton al flauto, Herbie Hancock al pianoforte, Ron Carter al contrabbasso, Tony Williams alla batteria.

    Bobby Hutcherson suona il vibrafono

    Mi piace

      1. Herbie Hancock è uno dei pochi musicisti jazz contemporanei conosciuti dal grande pubblico perché ha composto dei brani di successo…
        Il vibrafono è composto da lamine di metallo e da un motore elettrico, lo xilofono solo da lamine di legno e non è uno strumento elettrico.

        Mi piace

        1. Che sbadata, c’era anche scritto, che era un vib(rafono). Ad ogni modo, non sapevo quale fosse la differenza tra i due strumenti, grazie dell’informazione. Herbie Hancock si ballò anche in discoteca a cavallo tra i Settanta e gli Ottanta. Niente male, quanto a versatilità. Ma, non so perché, qualcosa mi dice che lei in discoteca non ci ha mai messo piede.

          Mi piace

          1. Conosco la versatilità di Hancock nel campo della funky dance come nel caso di Rock it (il suo hit più gettonato negli anni 80)

            Di solito andavo ai concerti live organizzati da Catania Jazz e dal Brass Group sempre di Catania, non sono tipo da discoteca…

            Mi piace

            1. Sì, è lei. A me non piaceva molto, ma fu una vera hit ballabile, all’epoca. Solo dopo ho scoperto chi fosse Herbie Hancock. Il contrasto mi sembrò stridente. E ricordo che i fan definirono una sorta di deriva eretica, che preludeva alla fine di un mito. A quanto pare si sbagliavano.

              Mi piace

              1. Sconcertava vedere un musicista jazz famoso come Hancock utilizzare strumenti elettronici e suonare musica ballabile per le masse e nello stesso tempo ascoltare il brillante pianista suonare standard provenienti dal suo repertorio con vecchi amici come Ron Carter, Wayne Shorter etc….

                In ogni caso anche nell’Hancock elettrico ci sono delle perle

                Mi piace

I commenti sono chiusi.