Dedicato ai beoti tifosi italioti

E’ inutile negarlo il tifo per una squadra è una malattia. Simpatico ricordare che con il termine “tifo” si può anche intendere una vera e propria patologia. Infatti, il tifo o ileotifo o febbre tifoide è una malattia infettiva acuta a sintomi generali e locali (intestino) provocata da un germe che le è specifico, il bacillo di Eberth-Gaffky. E da qui che poi si è preso il termine tifoso, ossia parteggiare per qualcuno o qualcosa in modo così acceso da sembrare in preda ad attacchi di febbre, come accade a chi contrae il tifo.

Così ha scritto Andrea Viola nel suo blog sul quotidiano Il Fatto Quotidiano.

Aggiungerei che per molti il tifo è una fede; un dogma che non ammette discussione razionale (la mia bellissima squadra parrocchia è più forte della tua che fa notoriamente schifo), ed è la religione alla quale fideisticamente credono  gli invasati beoti tifosi italioti.

Il calcio, come la religione, è l’oppio dei beoti tifosi italioti.

One thought on “Dedicato ai beoti tifosi italioti

I commenti sono chiusi.