Perché voto No!

1 Perché sono sostenitore  del bicameralismo perfetto, le alchimie da apprendista stregone tipo Camera per le regioni ed elezione indiretta non funzionano perché non sono rappresentative

2. Si raddoppiano le cariche dei Consiglieri regionali e dei Sindaci (Sono Sindaci o parlamentari? O sono Sindaci  con l’immunità parlamentare?);

3. Per il bizantinismo delle riforme; una Camera vota la fiducia, l’altra no, però può votare su alcuni temi e su altri dà parere consultivo (vedi caos articolo 70 modificato)

4. Gli articoli sono scritti male, sono incomprensibili e si prestano ad ambiguità interpretative; un lusso che la Costituzione italiana non può permettersi.

5. Le riforme le deve discutere il parlamento non le deve imporre per capriccio l’esecutivo tramite un megalomane leader di partito di turno giammai eletto dai cittadini italiani.

6 L’esecutivo non deve imporre la propria volontà sul legislativo (vedi abuso di voto di fiducia); qui c’è stata l’assenza degli ultimi Presidenti della Repubblica che hanno permesso con il loro silenzio.assenso la trasformazione delle due Camere in un votificio a favore dell’esecutivo.

Ergo, voto No!