Gazzelloni

Uno splendido brano di Eric Dolphy dedicato al flauto d’oro Severino Gazzelloni

Eric Dolphy: flauto; Freddie Hubbard: tormba; Bobby Hutcherson: vibrafono; Richard Davis contrabbasso; Tony Williams: batteria.

Out to lunch Blue Note 1964.

Annunci

Lazy afternoon

Continuiamo la nostra carrellata dedicata alla casa discografica Blue Note, presentando un brano composto dal batterista Pete La Roca intitolato Lazy afternoon (pigro pomeriggio). Questo brano è apparso in un album intitolato Basra, pubblicato nel 1965.  Lazy afternoon, come dice il titolo stesso, è un brano molto lento ma alquanto suggestivo, Joe Henderson, che è il solista principale al sax tenore, suona in modo semplicemente meraviglioso; il suo sound così etereo ricorda da un lato quello di Lester Young  e il suo soffiato sembra un omaggio al grande Johnny Hodges che nell’orchestra di Duke Ellington suonava il sax contralto.

Pete La Roca, Basra; Blue Note, 1965; personale: Joe Henderson: sax tenore; Steve Kuhn: pianoforte; Steve Swallov: contrabbasso; Pete La Roca: batteria.

Blue Bossa

Blue Bossa è un brano famoso composto dal sottovalutato trombettista be bop Kenny Dorham, apparso per la prima volta in un album Blue Note intestato al tenorsassofonista Joe Henderson intitolato Page One.  E’ un omaggio alla bossa nova e alla musica brasiliana;  la bossa nova era un genere che stava spopolando negli U.S.A. – non dimentichiamo che agli inizi degli anni 60  jazzisti più famosi di Joe Henderson o di Kenny Dorham, come il grande sassofonista tenore Stan Getz, che insieme alla cantante brasiliana Astrud Gilberto, aveva registrato con sommo scandalo dei puristi jazz,  alcune canzoni di Antonio Jobim.

Blue Bossa è anche il brano più famoso di Kenny Dorham ed è anche il più citato in ambito non prettamente jazz. Paradossalmente questo brano, piuttosto che rilanciare il maturo trombettista, ebbe il merito di lanciare un’altra stella come il sassofonista tenore Joe Henderson nel firmamento della Blue Note  la casa discografica fondata nel 1939 da Alfred Lion e Francis Wolff.

Page One, Blue Note 1963; Kenny Dorham: tromba; Joe Henderson sax tenore; Mccoy Tyner pianoforte; Butch Warren: contrabbasso; Pete La Roca: batteria